SCUOLA DOMENICALE A.S. 2019/20

fsdghsfgh

 

Ammaestra il fanciullo sulla via da seguire ed egli non se ne allontanerà neppure quando sarà vecchio”. (Proverbi 22:6)

La Scuola Domenicale è, molto probabilmente, la più grande iniziativa di carattere spirituale mai realizzata nel seno del cristianesimo secondo l’Evangelo. Il suo fondatore fu Robert Raikes, editore del Giornale di Gloucester, città della Gran Bretagna.Dopo aver invano tentato di avviare delle riforme sociali riguardanti lo stato dei carcerati nelle prigioni inglesi, Raikes si convinse che fosse più opportuno “prevenire invece di curare”. Questo suo desiderio lo spinse a frequentare i bassifondi della città per rendersi conto personalmente delle condizioni nelle quali versavano i bambini ed i ragazzi del tempo: sfruttati nelle miniere di carbone. La corruzione e lo stato di degrado in cui si trovavano questi fanciulli scosse profondamente Robert Raikes. La prima cosa che fece fu quella d’incontrarsi con il Pastore Thomas Stock, del villaggio di Ashbury nello Berkshire per chiedere consiglio sul da farsi. Chiedendo lumi al Signore, si convinsero che la miglior cosa da fare fosse quella di aprire una scuola nell’unico giorno libero per quei ragazzi: la domenica. Il “clero” protestante locale non accolse favorevolmente l’iniziativa, fu allora che per la prima volta alcuni semplici credenti si disposero ad utilizzare l’unico Manuale di Scuola Domenicale reperibile: la Sacra Bibbia. La Scuola della Domenica era aperta a tutti, anzi, il desiderio di Raikes fu proprio quello di “raccogliere” dalle strade proprio i bambini più bisognosi ed emarginati e non soltanto quelli che frequentavano le chiese locali. Il Movimento della Scuola Domenicale iniziò nel luglio del 1780 quando la Signora Meredith svolse la prima lezione nella sua abitazione di Souty Alley. Alle prime riunioni potevano partecipare soltanto ragazzi. Raikes iniziò quindi a scrivere i primi Schemi della Lezione e quindi i primi Manuali che consistevano in una Schema Sistematico di letture bibliche per argomenti o per brani della Bibbia ai quali veniva data una spiegazione espositiva. La Bibbia rimaneva sempre il libro di testo di ogni lezione. Più tardi si permise anche alle ragazze di frequentare le riunioni della Scuola Domenicale. A fronte dell’innegabile beneficio sociale e, soprattutto, spirituale, nei due anni successivi furono aperte altre Scuole della Domenica nella città di Gloucester e nei suoi dintorni. Il 3 novembre del 1783, Raikes scrisse e pubblicò sulle colonne del suo Giornale un resoconto dell’opera svolta fino ad allora. Fu data notizia delle Scuole Domenicali nell’allora famoso Gentlemen’s Magazine ed un anno più tardi sulla Armenian Magazine. Robert Raikes andò con il Signore nel 1811. Nel 1831, le Scuole Domenicali della sola Inghilterra rendevano il loro servizio a 1.250.000 bambini, circa il 25% della popolazione di allora.

L’attività della Scuola Domenicale non vuole certo sostituirsi alla scuola o alla famiglia scopo è quello di essere di aiuto e di supporto affinché, ognuno nel proprio ruolo, possa far crescere i bambini in ogni loro dimensione (fisica, morale, mentale e spirituale). Ogni lezione fa parte di un programma didattico costruito e preparato appositamente per le varie fasce di età. Il programma si propone di insegnare le storie e i personaggi della Bibbia e, per i più grandi, anche di affrontare problemi pratici alla luce della Parola di Dio. I nostril figli, vivono questa esperienza attraverso varie attivita`, canti, esposizioni artistiche, giochi, video, ecc. Il supporto e la guida dei vari insegnanti o monitori  sono preparati per questo ruolo e accompagnano gli alunni nel loro percorso, favorendone la crescita spirituale e personale. .

Suddivisione delle classi per fasce di eta`:

3-5 anni (pre-scolare) domenica h 10:30

6-10 anni (fanciulli) domenica h 10:30

11-13 anni (ragazzi) domenica h 10:30

Le attivita` si svolgono nei locali della chiesa evangelica di via Germanico 26 a Brindisi.

.